Come e in che misura il biologico incide sulla vita delle persone? E perché oggi è importante mangiare e coltivare bio? A queste e a molte altre domande ha risposto l’incontro “Biologico ogni giorno. Coltivare, mangiare, vivere” promosso da Agriverde.bio, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Cosenza e con Minds Soc. Coop

il biologico in calabria

Il numeroso pubblico che ha gremito la Sala Convegni dell’Hotel Mediterraneo ad Amantea ha avuto la possibilità di confrontarsi con operatori ed esperti del settore, di conoscere gli ultimi dati e trend del comparto e di comprendere nel dettaglio quanto la qualità della nostra vita e la nostra salute siano influenzate da produzioni agricole biologiche e da comportamenti sostenibili.

L’evento ha preso avvio dall’analisi di alcuni dati in grado di restituire una fotografia del mondo Bio in Italia e in Calabria. I risultati delle ultime ricerche – presentati in apertura da Rocco Sicoli, esperto di marketing e consulente per la comunicazione di Agriverde Bio – evidenziano come ben l’80% delle famiglie italiane consumino prodotti biologici, mosse dalla scelta di voler coniugare uno stile di vita sano con il rispetto per l’ambiente, nel solco della sostenibilità. 

Proprio sulla salute della persona si è concentrata, a seguire, la dottoressa Ida Veltri, da molti anni impegnata nella prevenzione dei tumori. Sono le scelte alimentari consapevoli, come quella di mangiare bio, a consentire di ridurre l’insorgere di patologie legate a doppio filo all’utilizzo di sostanze chimiche in agricoltura.

Fortunatamente, sempre più agricoltori italiani e calabresi scelgono di sposare la sostenibilità ambientale e di investire nel biologico: basti pensare che la provincia di Cosenza è la prima in Italia per superficie agricola condotta con metodologia biologica, mentre nella nostra regione ben 4 vigne su 10 sono bio. Dati che – ha spiegato Domenico Costantino, giornalista enogastronomico ed esperto di export internazionale – dimostrano come i produttori calabresi credano sempre più nelle potenzialità del biologico.

Chi ha creduto fin da subito nel biologico è stato l’imprenditore Giovanni Sgrò, titolare di Naturium cibo e natura, che ha approfondito il rapporto tra biologico e scelte di consumo sempre più informate, consapevoli e sostenibili, sottolineando come queste ultime influenzino le strategie delle aziende agricole e alimentari e della piccola e grande distribuzione.

La partecipazione di esperti provenienti da settori molto diversi tra loro, ha quindi offerto una visione a 360 gradi sul mondo Bio – spaziando dall’ambiente alle scelte di consumo, dall’economia e dal marketing alla salute e all’educazione alimentare –, sulle sue peculiarità e anche sulle sue ulteriori potenzialità.

Dopo questa iniziativa che ha destato grande interesse e curiosità nella comunità del Basso Tirreno Cosentino, siamo sempre più convinti che scegliere bio sia una decisione irrinunciabile per investire al meglio nel nostro territorio e salvaguardare il Pianeta.

Se volete avere ulteriori informazioni sui metodi di coltivazione biologici e sui prodotti da utilizzare per avere un’agricoltura sana e rispettosa dell’ambiente veniteci a trovare nel nostro negozio in Via Amalfi 14 ad Amantea (Cs). Il nostro staff vi aiuterà a scegliere la strada migliore per il vostro orto.