Giovedì 20 giugno alle 17:30 presso la Sala Convegni dell’Hotel Mediterraneo ad Amantea (CS) si terrà l’evento “Biologico ogni giorno. Coltivare, mangiare, vivere”, un’iniziativa fortemente voluta e promossa da Vincenzo Conforti, titolare di Agriverde.bio, e-commerce dedicato ai prodotti biologici e naturali, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Cosenza e con Minds Soc. Coop.

Il biologico è un tema di enorme attualità che non riguarda però solo il mondo dell’agricoltura. Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare un incontro con professionisti provenienti da diversi settori della società. Questo approccio multisettoriale ci consentirà di comprendere al meglio come le produzioni bio abbiano trasformato sia ambiti che riguardano in senso stretto la nostra vita quotidiana come l’educazione alimentare, la salute delle persone e le scelte di consumo sia aspetti che interessano, invece, l’economia, l’ambiente e il marketing.

 

Quando si parla di biologico, però, non si può non iniziare parlando delle produzioni agricole. Sarà Francesco Cufari, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Cosenza, a spiegare come il biologico stia cambiando il comparto agricolo con un focus particolare sul possibile impatto di questa trasformazione sull’ambiente e quindi sul futuro del Pianeta.

Tanti agricoltori calabresi hanno scelto di sposare la sostenibilità ambientale e di investire nel biologico. Gli ultimi dati sul vino ci dicono, a tal proposito, che in Calabria 4 vigne su 10 sono bio, collocando la nostra regione al primo posto in Italia per percentuale di vigne bio sul vigneto totale regionale. Questo vuol dire che i produttori nostrani credono fortemente nelle potenzialità dell’agricoltura biologica. Un aspetto, quest’ultimo, che verrà delineato nel corso dell’evento da
Domenico Costantino, giornalista enogastronomico ed esperto di export internazionale.

Non mancherà poi un approfondimento sul rapporto tra biologico e scelte di consumo. Negli ultimi anni, infatti, i consumatori hanno dimostrato di prediligere prodotti sani e genuini. Questo, ovviamente, ha avuto un impatto chiaro e forte sulle decisioni commerciali di brand e catene di distribuzione. Giovanni Sgrò, imprenditore Naturium cibo e natura, e Massimo Mancini, responsabile commerciale Presto Bio, analizzeranno nel dettaglio il mercato del biologico concentrandosi sui cambiamenti delle scelte di consumo e su come queste trasformazioni possono influenzare le strategie della piccola e grande distribuzione e delle aziende agricole e alimentari.

Uno degli aspetti più importanti della discussione sul biologico riguarda, inoltre, la salute della persona e l’educazione alimentare. Una questione delicata ed interessante che verrà affrontata da Ida Veltri, dottoressa da sempre impegnata nella prevenzione dei tumori. Mangiare bio, infatti, significa scegliere una dieta sana ed equilibrata per il nostro organismo, scelta che impatta positivamente sulla salute e sulla riduzione del rischio di insorgenza di patologie.

Rocco Sicoli, infine, esperto di marketing e consulente per la comunicazione di Agriverde Bio, concluderà l’evento concentrandosi su come le produzioni bio siano un’opportunità di crescita per tutta la Calabria e uno strumento per valorizzare il nostro territorio e la vocazione agricola della nostra regione, perché scegliere biologico, oggi, significa sostenere una filiera che tutela tutti fino al consumatore finale.  

Se volete conoscere meglio lo spirito e i valori fondanti del progetto Agriverde Bio vi rimandiamo al sito www.agriverde.bio.