I mesi di marzo ed aprile sono considerati il periodo ideale per la semina del prato. Le temperature, infatti, iniziano ad alzarsi e le ore di luce solare aumentano: si vengono così a creare le condizioni migliori per ridare vita al nostro giardino.

La temperatura richiesta

L’operazione di semina richiede però una serie di passaggi preliminari ritenuti indispensabili per avere un prato verde, sano e rigoglioso.
Il primo aspetto da valutare prima di iniziare con la semina è ovviamente la temperatura.
Negli ultimi anni il fenomeno del riscaldamento globale ha reso ancora più frequenti le nevicate primaverili e le cosiddette gelate tardive, eventi in grado di provocare gravi danni alle nostre piante e al nostro giardino.

Diventa quindi essenziale assicurarci che la temperatura del terreno sia stabile sopra i 10-12 gradi: in Calabria e soprattutto nella zona del Basso Tirreno Cosentino proprio in questi giorni il clima inizia a stabilizzarsi e ci consente di effettuare una migliore programmazione.

Le operazioni preliminari

Prima di procedere con la semina sono necessari tre interventi:

  • Diserbo (o diserbatura): serve ad eliminare le erbe infestanti, una su tutti la gramigna, che possono con il passare del tempo compromettere il tappeto erboso. Per effettuare questa operazione vi consigliamo di utilizzare ACETO, ovvero un diserbante naturale da applicare sulle piante infestanti in crescita ed in grado di favorire, in modo ecologico, il collasso strutturale dei tessuti delle piante indesiderate (fiori, infestanti, ecc).Acquista qui ACETO – Stop Erbe Infestanti
  • Vangatura: una volta diserbato il terreno, quest’ultimo dovrà essere vangato o arato di circa 20-30 cm e poi fresato. Queste operazioni servono a livellare e pulire il terreno e a renderlo più fertile.
  • Applicazione del terriccio: prima di procedere con la semina è bene stendere sul prato un sottile letto di terriccio per prato, composto da sabbia e torba. La presenza di un terriccio di ottima qualità aumenterà la germinazione del terreno.

Quali sementi?

Terminate queste operazioni preliminari è possibile effettuare la semina. Il nostro consiglio è di utilizzare un’apposita seminatrice da prato che rende il processo più preciso ed efficace rispetto alla semina fatta a mano. Per quanto riguarda la scelta delle sementi, il tutto dipende ovviamente dalla zona geografica in cui vi trovate, dalla tipologia di suolo, dall’esposizione o meno al sole e infine dal tipo di prato che sceglierete.

Da Agriverde potete trovare vari tipi di sementi in base alle vostre esigenze. Se preferite, ad esempio, un prato resistente al calpestio (ideale se avete dei bambini piccoli in casa) e in grado di sopportare le temperature elevate ed i periodi siccità, vi consigliamo di provare le sementi Maciste di Bottos; se invece abitate in zone più fredde e il vostro prato si trova prevalentemente all’ombra la scelta migliore potrebbe essere Giada di Bottos, ovvero delle sementi a rapido insediamento che garantiscono un tappeto erboso pregiato e dal colore verde intenso.

Acquista le sementi Giada

Nel nostro negozio in Via Amalfi 14 ad Amantea e nel nostro store su eBay potete trovare una serie di prodotti per il giardinaggio che vi aiuteranno in tutte le fasi della semina assicurandovi un prato curato, resistente e colorato.